Accompagnatori di Firenze e guide erotiche della città

Guida di Danzica, Sopot e Gdynia

Guida della città di Danzica, Sopot e Gdynia

Non molte città dell'Europa orientale hanno svolto un ruolo così importante nella storia europea moderna come la città balneare polacca di Danzica. Fu qui che furono ascoltate le salve di apertura della seconda guerra mondiale ed era qui che i grandi scioperi della Solidaritat di Lech Walesa nel cantiere navale di Danzica all'inizio degli anni '80 indicavano l'imminente crollo della cortina di ferro.
 
A causa della sua ricchezza, Danzica è sempre stata rivendicata dai governanti tedeschi e polacchi nel corso della storia, ma per un periodo considerevole è riuscita a mantenere lo status di città-stato semiautonoma. Dopo che la Polonia fu divisa alla fine del XVIII secolo, la città fu governata dagli imperatori prussiani e prese il nome dal suo nome tedesco "Danzig". Dopo la prima guerra mondiale, a seguito degli accordi del Trattato di Versailles, la città divenne la "Città Libera di Danzica", né apparteneva al territorio tedesco né polacco. La striscia di terra governata dalla Polonia che separava la Germania dalle sue regioni della Prussia orientale si trasformò in una grande frustrazione per la Germania e fu usata da Hitler come scusa per attaccare la Polonia. Il 18 settembre 1 le cannoniere tedesche spararono contro la guarnigione polacca di Westerplatte dando inizio all'inizio della seconda guerra mondiale
 
Nonostante il suo passato affascinante e turbolento, Danzica non è una città che continua a guardare indietro. Al contrario, ricostruita dalle macerie dopo le devastazioni della seconda guerra mondiale, l'architettura della città è sbalorditiva e l'atmosfera è vivace e stimolante. Le strade acciottolate del bellissimo centro storico sono state ripulite e le pittoresche case borghesi, i monumenti medievali e gli edifici rinascimentali sono stati rinnovati. La città è sempre vivace e affollata e il principale Gówne Miasto e l'area circostante sono pieni di caffè alla moda, club appariscenti e ristoranti alla moda che soddisfano i gusti di tutti. Uno degli edifici più famosi di Danzica e assolutamente da visitare è la cattedrale mozzafiato Krzywy Dom. Per un'atmosfera più rilassante e tranquilla si consiglia di visitare il sobborgo di Oliwa dove si può fare una passeggiata nei numerosi parchi. Anche l'argine lungo Dugie Pobrzeze è un bel posto per una passeggiata serale, con molti posti dove bere un drink o un pasto decente.
 
Danzica è la città più grande e più meridionale di una serie di tre località baltiche, conosciuta anche come "Trójmiasto" (Tri-Città). Sopot, a circa 6 km più a nord lungo la costa, è più piccola ed esclusiva. L'ex resort per gli aristocratici e l'élite polacchi è diventato l'attrazione principale di notte per l'intera regione, offrendo una vita notturna edonistica e vibrante. A Sopot troverai anche le spiagge più facilmente accessibili e pulite durante l'estate. Gdynia, a circa 15 km più a nord, è la più piccola delle tre città. Non molto tempo fa Gdynia era un villaggio di pescatori relativamente tranquillo prima di trasformarsi in una ricca località i cui residenti hanno il reddito medio più alto del paese. Sebbene meno famosa ed estroversa della vita notturna di Sopot, Gdynia ha un'ampia offerta di bar e club interessanti. Una comoda ferrovia collega i tre paesi, con diverse partenze ogni ora in tutte le direzioni.

 

Bookmark questo

Seguici

Copyright © 2015, compagni slavi. Desktop View | vista del mobile